Antonello Pasini (coordinatore)

È fisico climatologo dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR e docente di Fisica del clima all’Università di Roma Tre. Si occupa in particolare di modellistica climatica, con lo scopo principale di individuare le cause dei cambiamenti climatici a scala globale e regionale, e di studiare gli impatti a scala regionale e locale. Vicepresidente della Società Italiana per le Scienze del Clima, è autore di numerosi articoli su riviste internazionali. Ha scritto anche diversi libri divulgativi ed è autore del blog “Il Kyoto fisso” sulla rivista Le Scienze” (http://pasini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/).

Carlo Barbante

È direttore dell’Istituto per la Dinamica dei Processi Ambientali del CNR e Professore Ordinario all’Università di Venezia, dove si occupa da anni di ricostruzioni climatiche ed ambientali. È autore di oltre 250 pubblicazioni in riviste scientifiche ad alto impatto. Docente di Earth’s Climate alla Ca’Foscari Harvard Summer School, ha recentemente acquisito un prestigioso Advanced Grant dell’European Research Council. È attualmente Presidente della Società Italiana per le Scienze del Clima.

Leonardo Becchetti

È ordinario di Economia politica presso l’Università di Roma Tor Vergata, direttore del Master MESCI in Cooperazione Internazionale e del corso biennale European Economy and Business Law. Autore di numerosi volumi divulgativi, è tra i primi 81 economisti nel mondo con il maggior numero di pagine pubblicate su riviste scientifiche (dati mondiali REPEC). Editorialista di Avvenire, blogger di Repubblica.it, per nove anni è stato presidente del Comitato etico della Banca Popolare Etica ed ora presiede quello di Etica sgr. Ha fondato Next, una rete di associazioni impegnate sui temi della cittadinanza attiva e della costruzione di capitale sociale sui territori.

Alessandra Bònoli

È professoressa Associata in Ingegneria delle Materie Prime e Valorizzazione delle Risorse Primarie e Secondarie presso la Scuola di Ingegneria e Architettura dell’Università degli Studi di Bologna. La sua attività scientifica indaga le tematiche proprie dell’Ingegneria Ambientale e della Transizione, e in particolare il trattamento, la valorizzazione e il riciclo delle materie prime e dei rifiuti solidi, secondo i principi della circular economy; lo sviluppo di tecnologie per l’adattamento climatico e la resilienza in ambito urbano; l’approvvigionamento idrico, l’analisi del ciclo di vita, la valutazione di impronta ecologica e di impronta idrica. Da un paio d’anni ha costituito e coordina il gruppo di ricerca di Ingegneria della Transizione dell’Università di Bologna.

Carlo Cacciamani

Laureato in Fisica a Bologna, ha svolto attività di meteorologia e climatologia presso il Servizio Meteorologico regionale dell’Emilia Romagna, nel 1996 divenuta struttura tecnica dell’Arpae Emilia-Romagna. E’ stato direttore del Servizio dal 2008 al 2017. Da settembre 2017 lavora al Dipartimento della Protezione Civile Nazionale a Roma, dove coordina il Centro Funzionale Centrale. Esperto di previsione meteorologica, di climatologia e di cambiamenti climatici, da anni si occupa anche delle tematiche di riduzione del rischio meteo-idrogeologico idraulico.

Stefano Caserini

È docente di Mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano, e svolge attività di ricerca scientifica e consulenza nel settore dell’inquinamento dell’aria, della stima e riduzione delle emissioni in atmosfera e dei cambiamenti climatici. Autore di numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative, ha pubblicato anche diversi libri: A qualcuno piace caldo (Edizioni Ambiente, 2008), Guida alle leggende sul clima che cambia (Edizioni Ambiente, 2009), Imparare dalle catastrofi (Altreconomia, 2012), Aria pulita (Bruno Mondadori, 2013) e Il clima è già cambiato. 10 buone notizie sui cambiamenti climatici (Edizioni Ambiente, 2016). Ha fondato e coordina il blog www.climalteranti.it, uno dei principali blog scientifici italiani sul tema del cambiamento climatico, ed è co-direttore della rivista scientifica Ingegneria dell’Ambiente.

Claudio Cassardo

È docente di fisica dell’atmosfera, meteorologia e fisica del clima presso l’università di Torino. Climatologo e meteorologo, svolge ricerche in queste discipline. Si occupa di modellistica numerica e dello studio delle interazioni tra l’atmosfera e la superficie terrestre. Da alcuni anni studia i microclimi delle aree agricole e sviluppa modelli numerici utili per l’agricoltura di precisione.

Sergio Castellari
È un climatologo, esperto di impatti, vulnerabilità ed adattamento ai cambiamenti climatici. Fisico, con un Ph.D. in Meteorologia e Oceanografia Fisica dell’Università di Miami, lavora presso l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). E’ stato il Coordinatore del progetto nazionale SNAC (Elementi per l’elaborazione della Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici), finanziato dal Ministero dell’Ambiente e finalizzato ad elaborare la Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici per L’Italia.

Andrea Filpa

Architetto, è docente di Urbanistica presso la Università degli studi di Roma Tre. Ha insegnato presso le Università Eduardo Mondlane (Maputo, Mozambico) e di Camerino. Svolge ricerca nei campi della pianificazione ambientale, delle reti ecologiche, del contenimento del consumo di suolo e dell’adattamento climatico degli insediamenti urbani. Partecipa al Comitato Scientifico del WWF Italia.

Francesco Forastiere

Medico ed epidemiologo, ha svolto attività di ricerca sui temi di epidemiologia ambientale presso il Dipartimento di Epidemiologia del Lazio. Attualmente è consulente dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di Ginevra per l’inquinamento atmosferico ed è direttore della rivista “Epidemiologia e Prevenzione”. È esperto degli effetti dell’ambiente sulla salute umana.

Fausto Guzzetti

Geologo, dirigente di ricerca del CNR, è direttore dell’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR stesso. Svolge ricerca nei campi della geologia e della geomorfologia, in particolare studiando i fenomeni franosi, il loro riconoscimento e la loro mappatura, e la valutazione della pericolosità e del rischio. È componente della Commissione nazionale grandi rischi e collabora al sito POLARIS, Popolazione a rischio da frana e da inondazione in Italia.

Vittorio Marletto

Laureato in Fisica (La Sapienza, 1982) e Scienze politiche (Bologna, 2003), presso Arpae Emilia-Romagna è responsabile ricerca e sviluppo in modellistica agrometeorologica e telerilevamento. Ex presidente dell’Associazione Italiana AgroMeteorologia, autore di circa 300 pubblicazioni sia scientifiche che divulgative, è attivo sia nella mitigazione climatica (progetto Life Climate changE-R) che nell’adattamento e nei servizi climatici (progetti H2020 MOSES e CLARA). Ha curato l’Atlante climatico dell’Emilia-Romagna e il manuale Pianificazione climatica per le autorità locali e regionali. Divulgatore, scrive sui blog (il climologo e pianetaserra) e fa parte del gruppo scientifico Energia per l’Italia.

Mario Motta

Ingegnere Meccanico, è professore associato di Fisica Tecnica Ambientale presso il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano. Coordina le attività di RELab – REnewable heating and Cooling Laboratory. Insegna e lavora su produzione e uso dell’energia negli edifici.

Cinzia Perrino

Biologa, è Dirigente di Ricerca presso l’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR. E’ esperta in qualità dell’aria: nelle aree urbane, industriali, rurali e negli ambienti interni. Si occupa in particolare delle polveri atmosferiche, delle loro sorgenti e delle tecniche analitiche per la loro determinazione. Responsabile di progetti di ricerca nazionali ed internazionali, è autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche internazionali.

Nicola Pirrone

Laureato in Ingegneria Nucleare presso l’Università di Pisa, è direttore dell’Istituto sull’Inquinamento Atmosferico del CNR e Adjunct Professor alla School of Public Health della University of Michigan. Da molti anni è coordinatore di progetti nazionali, europei e internazionali relativi all’inquinamento atmosferico, all’osservazione della Terra e alla preparazione e attuazione della normativa di settore. È rappresentate italiano e/o capo delegazione in molti organismi europei e internazionali, tra cui il programma intergovernativo sull’Osservazione della Terra. Fa parte dello Steering Body della Convenzione globale sull’inquinamento atmosferico, è rappresentante della Presidenza dell’UE nell’expert group della Convenzione di Minamata e membro della Commissione Grandi Rischi presso la Presidenza del Consiglio.

Gianluca Ruggieri.

È ingegnere ambientale, ricercatore all’Università dell’Insubria e attivista energetico. E’ tra i soci fondatori di Retenergie – Cooperativa elettrica di produttori e utilizzatori di energia da fonti rinnovabili; e di ènostra – energia condivisa. Fa parte della Commissione del Corso di Master RIDEF – Rinnovabili, Decentramento, Efficienza, attivo presso il Politecnico di Milano. Con Fabio Monforti ha scritto “Civiltà solare – L’estinzione fossile e la scossa delle energie rinnovabili” (Altreconomia, 2016).

Federico Spanna

È Presidente dell’Associazione Italiana di Agrometeorologia (AIAM). Presso la Regione Piemonte è coordinatore delle attività della Sezione di Agrometeorologia e coordinatore del Piano di Azione Nazionale sull’uso sostenibile dei fitofarmaci. Svolge ricerche e sperimentazioni, e sviluppa servizi, nei campi dell’agricoltura ecocompatibile e del cambiamento climatico. È membro degli “Open Panels” (OPCAMEs), di “Esperti della Commissione di Agrometeorologia” (CagM), della “World Meteorological Organization” (WMO). E’ stato Professore a contratto del corso “Micrometeorologia viticola” presso l’Università di Torino.

Stefano Tibaldi

Da più di quarant’anni si occupa di Meteorologia e Predicibilità, Fisica dell’Atmosfera e Climatologia. Laureato  in Fisica presso l’Università di Bologna, ha lavorato presso l’Imperial College – Dip. Di Meteorologia (1974-77), l’ECMWF di Reading (1977-1987), l’Università di Bologna (1987-1996), ed è stato Direttore del SIMC Arpa E-R (1996-2008), poi Direttore Generale di Arpa E-R (2008-2015). Dal 2015 collabora con il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici su problematiche di modellistica numerica del clima e previsioni stagionali.

Francesca Ventura

Laureata in Fisica a Bologna, è professore di Agrometeorologia ed Ecologia Agraria presso la Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria dell’Università di Bologna. Svolge ricerche e sperimentazioni nei campi dell’agricoltura ecocompatibile e di precisione, e del cambiamento climatico. È vicepresidente dell’Associazione Italiana di Agrometeorologia (AIAM) e membro degli “Open Panels” (OPCAMEs), di “Esperti della Commissione di Agrometeorologia” (CAgM) e della “World Meteorological Organization” (WMO).